LAMPADE AD INCANDESCENZA

È datata 1860 la prima lampadina ad incandescenza, perfezionata poi da Thomas Edison nel 1878.

Questa tecnologia ha conosciuto pochi cambiamenti da allora (il bulbo viene riempito da gas inerti, prima era sottovuoto).

La luce viene prodotta dal riscaldamento di un filamento di tungsteno attraverso cui passa la corrente elettrica.

 

Nonostante il 95% dell’energia venga dispersa come calore, ad oggi rappresenta la soluzione a basso costo in numerose applicazioni per usi specifici, sia domestici che industriali.

 

Sebbene la maggioranza delle lampade ad incandescenza non possano più essere prodotte, possono comunque essere vendute fino ad esaurimento scorte.